martedì 5 dicembre 2006

Thank you for smoking

Stasera volevo scrivere su una cosa a cui pensavo da un po' di tempo, però oggi ho assistito (insieme a mr. blue) ad una scena talmente comica e triste allo stesso tempo che devo assolutamente dire qualcosa.
Premetto che le mie parole non saranno per niente politically correct, ma tanto questo blog lo guardano in quattro gatti, quindi...
Mentre aspettavo in stazione che l'ETR per Napoli lasciasse il posto al treno che doveva riportarmi a casa vedo un tizio che, sul treno in corrispondenza di una portiera, si fuma una paglia approfittando del fatto che questa fosse ancora aperta .
Quando la portiera comincia a chiudersi questo continua a fumare, lanciando la sigaretta fuori dal treno all'ultimo istante utile prima che la portiera si chiudesse del tutto.
Ora, considerando che il treno veniva da Milano, questo è il prezzo che si deve pagare per la "magnifica" sensazione che ti regala una paglia? Non riuscire a stare neanche 2 ore senza fumare e sfruttare ogni secondo utile? E poi siamo pronti a lottare per la nostra libertà e la nostra indipendenza...

3 commenti:

Mr.Blue ha detto...

Ah! il tizio della paglia di oggi faceva veramente sbragare dal ridere...
Stava lì, mentre la porta si chiudeva, seguendo lo stipite mentre si spostava per assaporarsi gli ultimi tiri prima di buttarla fuori... era 2 minuti che non espirava... fantastico

Fela Kuti ha detto...

a me succede lo stesso quando fumo il narghilè.

Hattori Hanzo ha detto...

Basta con la solita criminalizzazione del fumatore! Non basta rispettare tutte le nuove regole "ad hoc" per limitare in ogni forma i nostri 3 minuti di piacere??? Dovremmo anche sentirce delle merde?