giovedì 23 novembre 2006

Lettera aperta a Mediaset

Ieri sera mi sono visto l'ultima puntata della seconda serie di Doctor House.
Ora, non che attendessi la messa in onda con particolare eccitazione, però fatto sta che alle 9 ero davanti alla TV.
Verso le 10:30, la puntata volgeva ormai al termine. La puntata, non certo la storia, che non solo era più aperta di un campionato di calcio a una partita dalla fine con l'Inter in testa e la Juve dietro, ma stava addirittura entrando in quel momento nel vivo.
Ora, capisco che ormai faccia tendenza finire in maniera aperta le serie dei telefilm (vedi Lost), ma capisco anche che ciò accade perchè i telefilm sono americani, e la loro messa in onda oltreoceano è decisamente più seria che nel Belpaese, senza interruzioni o spostamenti d'orario asurdi.
Prego quindi i dirigenti Mediaset di non venir fuori con le solite oscenità di programmazione quando sarà tempo di mostrare la terza stagione, perchè di tali oscenità se ne sono già viste abbastanza (due nomi su tutti: I Griffin e Nip/tuck)

2 commenti:

Hank ha detto...

Non mi è andato giù come hanno trattato Nip/Tuck.
Di solito non guardo telefilm, ma a Nip/Tuck quella roba non dovevano fargliela...

Hank ha detto...

Non mi è andato giù come hanno trattato Nip/Tuck.
Di solito non guardo telefilm, ma Nip/Tuck lo mandavano in onda in giorni regolarmente diversi, quasi non volessero che la gente lo guardasse. In più a orari "di comodità", tipo due puntate a partire dalle 23.55...